Pan brioche sofficissimo e buonissimo


Pan Brioche sofficissimo. Finalmente mi sono decisa a scrivere la ricetta del pan brioche, quello che ormai faccio sempre. Uso questa ricetta come base di molte mie preparazioni la colazione e non solo. Non è molto difficile prepararla, basta seguire bene l'ordine dell'inserimento degli ingredienti e vi ritroverete a sfornare una nuvola. Vi lascio la ricetta per questo pan brioche sofficissimo.
pan brioche sofficissimo

                                  Pan brioche sofficissimo




Ingredienti:

  • 350 g di farina 00

  • 280 g di farina manitoba

  • 12,5 g di lievito di birra

  • 100 g di uova

  • 150 ml di latte

  • 140 ml di acqua

  • 120 g di burro

  • 90 g di zucchero semolato

  • buccia grattugiata di limone o arancia BIO

  • 1 cucchiao di Rum

Procedimento:

Pesate tutti gli ingredienti, per le uova regolatevi così: Pesatele sgusciandole in un contenitore, sbattetele e prelevate solo i 100 g che vi occorrono.

  1. Mettete l'acqua il lievito sbriciolato ed un cucchiaio di farina nel boccale dell'impastatrice o in una ciotola se eseguite a mano il procediemento. Lasciate coperto e quando avrà fatto una leggera schiuma in superficie, azionate la macchina per mescolare.

  2. Aggiungete 2/3 della farina, fate assorbire e poi aggiungete metà dello zucchero, dopo qualche secondo aggiungete una metà dell'uovo ad assorbimento poi, un po' di latte ed un po' di farina. Continuate aggiungendo lo zucchero, ad assorbimento l'uovo rimasto e un po' di latte e  la farina.

  3. Continuate con latte e farina fino a quando l'impasto non sarà una massa morbida e leggermente appiccicosa, probabile che in base alla farina che usate ed al suo potere di assorbire i liquidi, vi avanzi un po' di latte.

  4. Quando l'impasto è liscio e ben amalgamato, inserite gli aromi ed il burro fuso facendolo scendere a filo.

  5. Continuate ad impastare fino ad incordare l'impasto, rendendolo liscio ed elastico ( a mano ci vorranno circa 15 minuti)

  6. Noterete che l'impasto si presenta molto morbido ed un pochino appiccicoso non ci badate, fate una palla e mettetelo in una ciotola capiente, coprite con pellicola e lasciatelo a raddoppiare in un luogo caldo senza spifferi ( va bene il forno spento con solo la lucina accesa)

  7. Quando l'impasto è raddoppiato, spolverate la spianatoia con un pochino di farina, adagiatevi l'impasto lievitato e con le mani sgonfiatelo delicatamente formando un rettangolo , fate le pieghe a tre ( potete trovare la spiegazione dettagliata qui ) mettete nuovamente l'impasto nella ciotola, con la chiusura sotto e lascerete di nuovo a raddoppiare come avete fatto in precedenza.

  8. Al raddoppio avvenuto prendete l'impasto, adagiatelo sulla spianatoia infarinata e ricavate 4 pezzi da circa 220 g di peso, formate delle sfere tese e lisce, adagiatele in uno stampo da plumcake ( 35x10)  imburrato ed infarinato, oppure come ho fatto io, tagliate a misura delle strisce di carta forno, bagnatela, strizzatela e foderate lo stampo.

  9. Lasciate lievitare fino al raddoppio, ci vorranno circa 2 ore o forse più, dipende dalla temperatura che avete in casa.

  10. Accendete il forno e portatelo a 155° ( per la cottura però, dovete regolarvi con il vostro forno ) spennellate la superficie del pan brioche con l'uovo sbattuto e qualche goccia di latte ed infornate. Ci vorranno circa 50/60 minuti, se la superficie dovesse scurisi troppo, copritela con della carta argentata e toglietela di nuovo verso la fine della cottura.

  11. Una volta cotto ( fate comunque la prova stecchino), sformate il pan brioche su una gratella, fatelo con molta delicatezza e lasciate freddare completamente prima di tagliarlo e gustarlo.

  12. Chi ha provato il pan brioche sofficissimo con questa dose di zucchero lo ha trovato poco dolce altri invece no, hanno detto che andava bene, questo va in base ai gusti personali, decidete voi dopo il primo assaggio, se la prossima volta che farete il pan brioche ( perché lo rifarete ne sono più che sicura!!) dovrete aggiungerne o toglierne un po'.

  13. Ricordate: Quando impastate tenete d'occhio l'idratazione dell'impasto, come vi ho detto prima, in base alla farina che usate potrebbe essere necessario lasciare qualche cucchiao di latte, ma l'impasto non dovrà risultare troppo duro, ma molto malleabile.

Piaciuta la ricetta? Seguimi anche sulla mia pagina FB L'officina delle ricette  e se ti piace impastare,  passa ad iscriverti al gruppo Impasta e cresci impareremo insieme a creare tante ricette lievitate, siamo un gruppo di amiche che si diverte a pasticciare con acqua e farina ;) sarà un piacere averti tra noi.

Commenti

Post più popolari